Search icon

Pesci

Animali senzienti

Provano dolore, stress e paura. Manifestano emozioni positive, legami sociali e intelligenza avanzata. La ricerca scientifica ci spinge sempre di più ad apprezzare i pesci. In maniera molto più complessa di quanto ci fossimo mai resi conto, i pesci vivono vite ricche e sociali: comunicano, collaborano tra di loro per cacciare e sviluppano persino tradizioni culturali. Sia la scienza che il buon senso ci dicono che i pesci sono senzienti e quindi meritano una vita degna proprio come qualsiasi altro animale.

iStock-541847060.jpg (1)

Numeri

I pesci sono gli animali più utilizzati. Ne vengono abbattuti miliardi ogni anno, più di qualsiasi altra specie terrestre macellata per produrre cibo. Tra i 40 -140 miliardi di pesci sono allevati a scopo alimentare ogni anno nel mondo, di cui 500 -1700 milioni solo in UE. Tra 1-3 trilioni (1 trilione = 1 miliardo di miliardi) di pesci selvaggi sono pescati ogni anno nel mondo, di cui tra i 68-100 miliardi in UE.

Metodi di abbattimento crudeli

I pesci ricevono pochissima protezione dal punto di vista normativo e vengono allevati in condizioni terribili o catturati in natura usando metodi estremamente crudeli. Ma sia che siano allevati oppure pescati, l'abbattimento causa enormi sofferenze a questi animali. 

La macellazione può durate minuti oppure ore. Un progetto di ricerca ha rilevato che i pesci possono impiegare tra i 55 ei 250 minuti per morire soffocati. Quelli sventrati vivi impiegano invece 25-65 minuti per morire. L'intensità di questa sofferenza è quindi solitamente molto ingente. Quanto sopra prova che la sofferenza dei pesci è il maggior problema di benessere animale del nostro tempo.

iStock-162754894.jpg