Search icon

Le nostre news

Il 25 settembre abbiamo scritto la storia

Scopri di più

Una giornata storica

Il 25 settembre 2018 è stato un giorno storico. Insieme alla maggiore coalizione di organizzazioni di protezione animale e ambientaliste mai formatasi (ben 130, provenienti da 24 paesi della UE) abbiamo lanciato nel Parlamento Europeo a Bruxelles #EndTheCageAge (Basta gabbie), l’iniziativa dei cittadini europei (ICE) per mettere fine all’uso di tutte le gabbie negli allevamenti.

La sala del Parlamento Europeo era gremita da centinaia di persone, principalmente rappresentanti delle organizzazioni che sostengono la ICE ma anche numerosi europarlamentari e persino una scolaresca proveniente dalla Germania.

Nella sala si respirava la voglia e la determinazione di cambiare le cose per i 300 milioni di animali che ogni anno in Europa soffrono ancora nelle gabbie e dare loro almeno una vita degna.

L’unità e l’ampiezza del movimento contro le gabbie era visibile dallo striscione posto sotto al podio dei relatori, con i loghi di tutte le organizzazioni sostenitrici. Solo quelle italiane sono 17.

Philip Lymbery, direttore di CIWF International ha detto:

“Oggi siamo qui uniti da un obiettivo ben preciso: porre fine all'era delle gabbie. Le nostre organizzazioni rappresentano un intero continente che lotta contro questa forma di estrema crudeltà. E siamo la generazione che vincerà questa battaglia".

Tra gli appassionati interventi quelli dell’eurodeputata Eleonora EVI, che ha ospitato l’evento insieme alla sottogruppo “No gabbie” dell’ Intergruppo animali del Parlamento Europeo, e di numerosi altri deputati di diversi paesi e provenienza politica, tra cui Fabio Massimo Castaldo, Pascal Durand (Francia), Stefan Eck (Germania) e Florent Marcellesi (Spagna), solo per citarne alcuni.

Olga Kikou, vice rappresentante del comitato dei cittadini promotori dell’ICE, di cui fa parte anche la direttrice di CIWF Italia Annamaria Pisapia, ha dichiarato: "Una vita passata in una gabbia non è vita. Siamo qui per i milioni di animali senza voce, ma le cui vite non sono per questo meno importanti.”

E’ anche intervenuto Ruud Zanders, un allevatore olandese che ha convertito con successo la azienda avicola di famiglia in un sistema senza gabbie e a maggior grado di sostenibilità.

L'evento di lancio ha incluso l’inaugurazione della mostra interattiva sull’allevamento in gabbia che sarà presto a Roma, in una sala del Parlamento, dal giorno 16 ottobre, lancio italiano della iniziativa. 

L'impatto sugli animali allevati

Ogni anno oltre 300 milioni di animali sono allevati in gabbia in Europa. Abbiamo ora l'opportunità unica di proibire l’utilizzo delle gabbie, per sempre. Se un milione di cittadini europei firmano la ICE End the Cage Age potremmo realizzare un cambiamento epocale per gli animali da allevamento all'interno dell'UE e il maggiore impatto positivo sulla vita degli gli animali negli allevamenti mai ottenuto.

L’eurodeputato Stefan Eck ha dichiarato: 

“Ho un sogno: quello di un mondo senza sbarre, senza gabbie. La giornata di oggi è un simbolo di speranza.”

Firma anche tu la ICE e contribuisci a rendere la speranza una realtà.