Search icon

Scandalo nei macelli olandesi: animali bolliti vivi

News Section Icon Pubblicato 13/08/2018

Suini annegati in acqua bollente e vitelli scorticati vivi: sono alcuni degli orrori emersi da una indagine nei macelli olandesi. Secondo un report basato sulla documentazione richiesta dalla NVWA, l’Autorità per la sicurezza dei prodotti alimentari e dei consumatori dei Paesi Bassi, nei mattatoi olandesi hanno luogo molti abusi nel delicato momento della macellazione degli animali.

La normativa vorrebbe che gli animali venissero prima storditi e che poi venissero macellati. Dall’ispezione è emerso che questa procedura spesso non viene eseguita correttamente.

Nel racconto di un ispettore si descrive la scena di maiali vivi gettati ancora coscienti in acqua calda a 60 gradi e annegati violentemente.

I rapporti della NVWA includono anche dozzine di altre violazioni, come animali feriti che si avviano al macello doloranti e casi di animali che vengono scorticati vivi, tra cui vitelli e pecore.

In un periodo di circa due anni, la NVWA ha imposto 48 multe a 19 mattatoi olandesi per abusi relativi alla consegna e alla macellazione di animali. Un mattatoio ha ricevuto ben 11 multe. Le multe variano tra 1.500 e 5 mila euro.

Nonostante le sanzioni, gli abusi sugli animali nei macelli continuano a verificarsi. Prova che sarebbero necessarie ulteriori misure, strutturali e preventive, come l’installazione di telecamere nei macelli.