Search icon

848 milioni di ragioni per essere in Spagna

News Section Icon Pubblicato 27/02/2017

La Spagna è un paese chiave in Europa a livello agricolo. E’ uno dei maggiori produttori di carne e prodotti di origine animale nella UE, difesa da una determinata lobby zootecnia.

La nostra campagna europea per vietare le gabbie negli allevamenti di conigli ha trovato in alcuni eurodeputati spagnoli i più accaniti oppositori. La Spagna è infatti diventato il maggior produttore in Europa di carne di coniglio ed è il secondo produttore di carne di suino dopo la Germania.

In Spagna vengono macellati ogni anno 848 milioni di animali, la maggior parte dei quali ha vissuto la propria breve – a volte brevissima – vita in allevamenti intensivi. E sappiamo che le condizioni di allevamento sono molto simili a quelle italiane se non addiritura peggiori. Ne è la prova il fatto che negli allevamenti spagnoli viene fatto un uso sconsiderato di farmaci per fare arrivare gli animali vivi alla macellazione nonostante le condizioni disastrose in cui vivono: l’84% degli antibiotici venduti in Spagna va agli animali allevati a scopo alimentare, contro il 71% usati in Italia per lo stesso fine. Una triste “lotta tra giganti" insomma.

Per questo, quindi, quando CIWF International ha giustamente identificato la Spagna come il prossimo paese in cui era fondamentale iniziare a lavorare, ha incaricato noi di collaborare con il nuovo possibile referente spagnolo per creare una rappresentanza di CIWF nel paese iberico.

La nostra Direttrice Annamaria Pisapia ha tenuto in dicembre una conferenza a Madrid in qualità di portavoce di CIWF per il Sud Europa, nella quale presentava la nostra organizzazione e le principali sfide che il benessere animale deve affrontare a livello europeo e nel paese. E’ stata anche un’occasione per stringere rapporti con importanti ONG e associazioni di protezione animale e avviare con loro un dialogo costante per iniziare acontrastare gli interessi dell’industria agroalimentare e sensibilizzare l'opinione pubblica e classe politica.

Non potrebbe essere tempo migliore per farlo: proprio in questi giorni è stato pubblicato in spagnolo Farmageddon, il vero prezzo della carne economica, in una nuova versione illustrata.

Ora Patricia de Rada, prima rappresentante di CIWF in Spagna, porterà avanti la mission di Compassion, con il nostro sostegno: Annamaria Pisapia si recherà nei prossimi mesi nel paese per consolidare la presenza di CIWF in Spagna.

Un impegno in più nella agenda già impegnatissima della nostra direttrice. Ma 848 milioni di ragioni per farlo con passione e determinazione: gli animali che ogni anno vivono una vita non degna di tale nome negli allevamenti spagnoli. Adelante!