Search icon

Tessa Gelisio dice Basta animali in gabbia!

News Section Icon Pubblicato 19/05/2015

Tessa Gelisio, nota per il suo impegno sociale a favore dell’ambiente e degli animali, per cui ha vinto numerosi premi e riconoscimenti, ha aderito alla campagna di CIWF per dire basta all’allevamento dei conigli in gabbia.

CIWF ha documentato lo scorso ottobre con una video-inchiesta le reali condizioni in cui sono tenuti i conigli allevati in gabbie di batteria. La loro (breve) vita si svolge in uno spazio ristretto, dove non solo non possono saltare, ma neanche stare sulle zampe posteriori o stendersi lateralmente. Il pavimento delle gabbie è in filo metallico e ferisce le zampe degli animali. Spesso, a causa dello stress e del sovraffollamento, i conigli si ammalano e tutto il gruppo deve essere trattato con farmaci

Malati e impauriti

Malati e impauriti

Negli occhi, la sofferenza di quest'animale

La Gabbia

La Gabbia

Animali stipati in uno spazio inferiore ad un foglio A4

I morti

I morti

Purtroppo molti non ce la fanno

Gli Ambienti malsani

Gli Ambienti malsani

Vengono allevati in capannoni sporchi

I Farmaci

I Farmaci

Per sopravvivere, i conigli sono sottoposti a trattamenti farmacologici preventivi

Una madre

Una madre

L'inseminazione è a ciclo continuo e non si ferma nemmeno durante l’allattamento

Il Trasporto

Il Trasporto

A circa 70 giorni di vita vengono poi trasportati al macello

La campagna di CIWF, End the Cage Age. Animali in gabbia. È ora di dire basta vuole porre fine all’uso delle gabbie nella zootecnia in tutta Europa.

A partire dai conigli.

L’Italia è il primo produttore di carne di coniglio in Europa e il secondo a livello mondiale. Secondo FAOstat nel nostro Paese vengono macellati approssimativamente 175 milioni di conigli ogni anno.

Circa il 99% di questi animali viene allevato in gabbie di batteria: un metodo crudele e primitivo che priva l’animale della sua libertà e della possibilità di esprimere qualsiasi comportamento naturale. 


É possibile
 mettere fine all'era delle gabbie?
Si, possiamo farlo, ma ci vuole tempo, impegno e determinazione.

Austria e Belgio hanno già abolito le gabbie negli allevamenti di conigli. L'Olanda lo farà a partire dal prossimo anno. Anche in Italia potrebbe essere possibile raggiungere questo traguardo: una recente mozione del Senato impegna il Governo a sostenere nuove norme a tutela delle specie che ne sono sprovviste, tra cui i conigli.

Dona ora per mettere fine all'era delle gabbie!

Dona con PayPal
 

 
Il tuo aiuto oggi ci permetterà di lavorare instancabilmente per fare scomparire definitivamente le gabbie dagli allevamenti di conigli e mettere fine alla sofferenza di milioni di animali, costretti a vivere tutta la loro vita in condizioni indegne.

Se preferisci donare attraverso bonifico bancario trovi tutte le istruzioni >qui.