Search icon

Semestre presidenza italiana UE e benessere animale

News Section Icon Pubblicato 26/09/2014

Semestre presidenza italiana UE e benessere animale: il Parlamento approva alcuni importanti  impegni, ma ancora troppo forte il sostegno agli allevamenti intensivi.

Mercoledì la Camera dei Deputati ha votato una serie di mozioni contenenti precisi impegni per il Governo in tema di protezione e benessere degli animali, da attuare durante il Semestre di Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea.

Le mozioni erano state presentate da deputati di Forza Italia, M5S, Scelta Civica, Ncd, SEL, Lega Nord e PD. Prima del voto, il Governo, tramite il Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo, ha espresso il suo parere su ogni punto delle mozioni, condizionando naturalmente l’esito delle votazioni.

Senza soffermarci sui punti relativi ad animali domestici, esotici, e da pelliccia che non rientrano nella nostra sfera di competenza, il dato che è emerso sulla protezione degli animali allevati per produrre cibo è stato purtroppo solo parzialmente positivo.

Infatti apprezziamo molto l’approvazione degli impegni a: 

  • fare pesare la nozione di animali come esseri senzienti nella emanazione di norme della UE [mozione Brambilla (FI)]
  • promuovere l’applicazione puntuale della legislazione vigente in materia di animali da allevamento, con particolare riguardo a quella per la protezione dei suini (Direttiva 2008/120/CE) e del trasporto (Regolamento (CE) n. 1/2005) [mozione Gagnarli (M5S) ],
  • sostenere l’emanazione di normative specifiche di protezione delle specie ancora prive di tutela come vacche da latte, conigli, tacchini, pesci [mozioni Brambilla (FI), Gagnarli (M5S), Nicchi (SEL) e Vezzali (Scelta Civica)]
  • appoggiare il divieto della clonazione degli animali per la produzione di cibo [Brambilla (FI), Gagnarli (M5S)];
  • potenziare l’ufficio veterinario della Commissione europea in modo da assicurare maggiori controlli dell’applicazione delle normative comunitarie sulla sicurezza alimentare,salute e benessere animale [Brambilla (FI), Gagnarli (M5S)]

 

E' stato invece estremamente deludente che non siano passate una serie di questioni di fondamentale importanza:

  • l’introduzione dell’etichettatura obbligatoria secondo il metodo di allevamento per pollame, altre carni e latticini [mozione Gagnarli (M5S)],
  • i finanziamenti agli allevamenti intensivi [mozione Gagnarli (M5S)]
  • l’applicazione degli standard di macellazione dell’OIE agli animali UE esportati in paesi terzi [mozione Gagnarli (M5S)],
  • il divieto di macellazione rituale [mozione Gagnarli (M5S), Rondini (Lega Nord)]

Il Governo si è infatti espresso in maniera contraria contro tutti questi punti e di conseguenza la maggioranza ne ha seguito le indicazioni. A nostro avviso, una chiara concessione agli interessi di chi il benessere animale non lo intende praticare.

Anche sulla revisione del regolamento sulla protezione degli animali durante il trasporto 1/2005 il Governo ha messo una serie di “se” e “ma” e di conseguenza l’impegno approvato ha assunto solo la forma di “valutare la possibilità”.

Seguiremo attentamente l’operato del Governo in sede europea per verificare che tenga fede agli impegni presi ieri e lo solleciteremo ad agire in tal senso. Allo stesso tempo CIWF, non smetterà di lottare, in Italia e in Europa, perché anche i punti non approvati, fondamentali per avanzare il benessere degli animali da allevamento, diventino realtà.