Search icon

Sistemi alternativi alle gabbie

Attualmente non esiste una legislazione specifica in UE a protezione dei conigli. Il più delle volte quindi sono stabulati in gabbie piccole, con conseguenze
molto gravi per il loro benessere: densità di allevamento elevate, malattie, lesioni, pavimentazione di rete metallica e nessuna opportunità di esprimere comportamenti specie-specifici a causa dell’ ambiente spoglio. Rispetto alle altre specie animali, lo sviluppo e la pratica di sistemi alternativi sono stati più lenti, anche se in Nord Europa si sta assistendo allo sviluppo di più alcune soluzioni maggiormente rispettose del benessere animale, proprio in risposta alle crescenti pressioni dei consumatori.

 

Sistemi Park: allevamento dei conigli in recinti al coperto


Il sistema “Park”, nato in Belgio, è stato specificamente progettato per migliorare il benessere dei conigli e consente di allevare i conigli all’interno di recinti al coperto; sistemi analoghi sono stati anche sviluppati in Germania, in allevamenti illuminati con luce naturale.
I recinti non presentano una copertura superiore, forniscono più spazio agli animali (che possono muoversi, saltare e sollevarsi sulle zampe posteriori), la possibilità per i conigli all’ingrasso di essere allevati in gruppo (ed effettuare interazioni sociali) e la disponibilità di arricchimento ambientale (come piattaforme, oggetti masticabili, fieno e tubi per nascondersi).
Nei sistemi park o in quelli dotati di recinti ogni coniglio ha a disposizione fra gli 800 e i 1500 cm2, a seconda della legislazione nazionale, del peso del coniglio e del numero di conigli stabulati insieme nel recinto.


Sistemi di allevamento all’aperto

free-range-rabbit-2.jpg

Per i conigli, al momento non esistono esempi di sistemi di allevamento all’aperto su scala commerciale. Gli allevamenti che garantiscono l’accesso a un’area esterna sono generalmente di piccola scala e biologici.

I sistemi a recinti mobili sono costituiti da recinti dotati di un’area di riparo chiusa e coperta e di un’area coperta di erba; i recinti vengono spostati ogni giorno per garantire l’accesso a erba fresca, prevenire l’insorgenza di malattie ed evitare il consumo eccessivo del suolo. Questi recinti dovrebbero garantire ai conigli ulteriori arricchimenti ambientali nella zona in cui vivono, oltre a un’altezza sufficiente per sollevarsi appoggiandosi sulle zampe posteriori. I sistemi di allevamento all’aperto che forniscono agli animali la possibilità di accesso a un paddock esterno e a un’area coperta sono ancora più rari.

In questi sistemi, è necessario attuare una rotazione dell’area esterna tra i diversi gruppi di conigli, includendo anche un periodo di riposo tra un gruppo e il successivo per evitare la diffusione di malattie. Si tratta dei sistemi più naturali, ma nei quali i conigli sono soggetti a tassi di mortalità più alta a causa dei predatori e delle malattie; per ridurre questi rischi, quindi, è importante che siano messe in atto le dovute contromisure gestionali.

Le fattrici non sono generalmente tenute all’aperto, ma può essere loro garantito l’accesso a un’area esterna tramite i sistemi a recinti mobili.