Il fondatore di CIWF

Peter Roberts

Peter Roberts

Peter Roberts è l’uomo che, combattendo per primo da solo in Gran Bretagna contro la crudeltà negli allevamenti, innescò quel processo che portò alla riclassificazione legislativa degli animali in Europa da beni agricoli a esseri viventi.

Dopo avere studiato agraria, negli anni 50, comprò un’azienda agricola in cui coltivava mais e allevava vacche da latte. Quest’attività durò un breve periodo, perché presto la sofferenza degli animali negli allevamenti intensivi lo sconvolse a tal punto che iniziò a scrivere lettere ai giornali protestando contro l’allevamento in gabbia di vitelli, galline e scrofe. Vedendo che nulla cambiava, e che le altre organizzazioni di protezione animale non facevano abbastanza, decise di creare insieme alla moglie Anna una fondazione, che divenne Compassion in World Farming (CIWF).

Già nel 1961 era diventato vegetariano e aveva fondato una azienda chiamata Direct Foods, per commercializzare il sostituto della carne TVP.  Chiuse l’azienda agricola e dedicò tutta la sua vita a sviluppare Compassion in World Farming, da cui non prese mai lo stipendio.

Sotto la guida di Peter, le campagne di CIWF portarono ad alcuni fondamentali cambiamenti legislativi, come ad esempio il divieto di detenzione dei vitelli alla catena in box singolo in Gran Bretagna già nel 1990 (poi passato anche a livello europeo) e il risconoscimento degli animali come esseri senzienti nel Trattato di Amsterdam nel 1997.

Nel 1992, per i meriti di una vita dedicata alla protezione animale, Peter fu insignito del titolo MBE (Member of the Most Excellent Order of the British Empire) *

Morì nel 2006.

*Tratto dal necrologio pubblicato sul Daily Telegraph


Condividi questa pagina

Iscriviti alla nostra newsletter