Search icon

Basta scrofe in gabbia

La disperazione

Nessuna possibilità di movimento

La disperazione

La frustrazione

Non resta che mordere le barre metalliche

La frustrazione

Le gabbie di gestazione

Vere e proprie prigioni per questi animali

Le gabbie di gestazione

Un po’ di storia

Nel 2001, l’Unione Europea ha adottato la Direttiva che stabilisce le norme minime per la protezione dei suini (versione codificata 2008/120/CE). Una di queste norme riguarda il divieto parziale di utilizzo delle gabbie di gestazione per le scrofe, che è entrato in vigore il 1 gennaio 2013.

L’UE ha dunque concesso ai produttori un periodo di transizione di 11 anni per adattare i loro sistemi di produzione. Nonostante si tratti di un divieto parziale (le gabbie sono ancora consentite durante le prime quattro settimane di gravidanza della scrofa e la settimana prima del parto) questa norma è di fondamentale importanza per il benessere di milioni di scrofe.

Compassion ritiene comunque che sia le gabbie di gestazione (utilizzo residuo nelle prime 4 settimane di gravidanza) che le gabbie di allattamento dovrebbero essere vietate per legge. Per questo abbiamo lanciato la campagna Mamme in gabbia che chiede la dismissione graduale delle gabbie per le scrofe anche in Italia. 

Entra in azione