Search icon

Agisci

Quanto siamo vicini a un'europa 100% libera dalle gabbie?

Scopri di più

L'anno scorso, oltre un milione di persone ha firmato l'Iniziativa dei Cittadini Europei (ECI) chiedendo alla Commissione europea di introdurre un divieto per l'uso delle gabbie negli allevamenti.

Sappiamo che la Commissione è attenta alla posizione degli Stati membri, quindi dobbiamo incoraggiare il maggior numero di ministri a sostenere il divieto e avvicinarci così a un'Europa libera dalle gabbie.

Per avere una panoramica della situazione, abbiamo classificato ogni Paese in base a quanto è vicino all'eliminazione di tutte le gabbie negli allevamenti.

32% Italia

Bandiera italiana. Strisce verticali verdi, bianche e rosse.

% animali fuori dalle gabbie: 32%

% animali in gabbia: 68%

Numero di animali in gabbia: 43.854.804

Numero di firme per l'ICE: 90.085

 

Chi può aiutarci a porre fine all'era delle gabbie?

Ministro della Salute Ministro dell'Agricoltura
Roberto Speranza Teresa Bellanova
Roberto Speranza Teresa Bellanova
Ministro della Salute
Roberto Speranza
Roberto Speranza
Ministro delle politiche agricole
Teresa Bellanova
Teresa Bellanova

 

Scenario

Posizione dei ministri sul divieto a livello dell'UE  
Quanto è vicino ogni Paese a porre fine all'era delle gabbie? Legislazione Posizione dei ministri
Per le galline    
Per i conigli    
Per le scrofe (gabbie di gestazione)    
Per le scrofe (gabbie di allattamento)    
Per anatre e oche (foie gras)    
Per le quaglie    
Per i vitelli    

La classifica

Presentiamo di seguito la classifica completa. Fai clic sulle bandierine per vedere il posizionamento di ciascun Paese e inviare un tweet ai ministri competenti, chiedendo loro di sostenere il divieto. Ripeti l'operazione per il maggior numero possibile di Paesi.

#1 Austria

#1 Austria

Scopri di più
#2 Lussemburgo

#2 Lussemburgo

Scopri di più
#3 Svezia

#3 Svezia

Scopri di più
#4 Germania

#4 Germania

Scopri di più
#5 Olanda

#5 Olanda

Scopri di più
#6 Belgio

#6 Belgio

Scopri di più
#7 Danimarca

#7 Danimarca

Scopri di più
#8 Regno Unito

#8 Regno Unito

Scopri di più
#9 Slovenia

#9 Slovenia

Scopri di più
#10 Irlanda

#10 Irlanda

Scopri di più
#11 Finlandia

#11 Finlandia

Scopri di più
#12 Cipro

#12 Cipro

Scopri di più
#13 Romania

#13 Romania

Scopri di più
#14 Croazia

#14 Croazia

Scopri di più
#15 Italia

#15 Italia

Scopri di più
#16 Ungheria

#16 Ungheria

Scopri di più
#17 Francia

#17 Francia

Scopri di più
#18 Repubblica Ceca

#18 Repubblica Ceca

Scopri di più
#19 Grecia

#19 Grecia

Scopri di più
#20 Bulgaria

#20 Bulgaria

Scopri di più
#21 Estonia

#21 Estonia

Scopri di più
#22 Lettonia

#22 Lettonia

Scopri di più
#22 Polonia

#22 Polonia

Scopri di più
#24 Slovacchia

#24 Slovacchia

Scopri di più
#25 Lituania

#25 Lituania

Scopri di più
#26 Portogallo

#26 Portogallo

Scopri di più
#27 Spagna

#27 Spagna

Scopri di più
#28 Malta

#28 Malta

Scopri di più

Legenda

Numerosi fattori determinano se uno Stato membro sosterrà la nostra ECI, come: la percentuale di animali ancora in gabbia, le leggi nazionali, e il supporto ai decision makers chiave. Alcuni paesi sono vicini alla totale assenza di gabbie, mentre altri ancora rinchiudono milioni di animali e i loro governi sono riluttanti ad apportare cambiamenti.

Questa pagina è uno strumento dinamico: la aggiorneremo non appena verranno fatti progressi per porre fine all'uso delle gabbie.

Su ogni bandiera si trova la percentuale di animali da allevamento liberi dalle gabbie e in ogni pop-up, troverai il numero di animali ancora nelle gabbie. Questi dati sono calcolati sul numero totale di ciascuna specie che può essere allevata in gabbia come scrofe, conigli, anatre, oche e galline. Sebbene chiediamo il divieto di gabbie per entrambi, sono esclusi quaglie e vitelli perché non esistono dati affidabili per tutti gli Stati membri.

Elementi chiave

Livello Paese

  100% di animali liberi dalle gabbie
  80-99% di animali liberi dalle gabbie
  40-79% di animali liberi dalle gabbie
  Meno del 40% di animali liberi dalle gabbie

 

Livello per specie

  Legislazione Posizione dei ministeri
  Vietate dalla legge Supporto al divieto
  Limitazioni per l'uso delle gabbie Possibile supporto al divieto
  No divieto Nessun supporto per il divieto
  Informazioni non disponibili Nessuna risposta o nessuna informazione fornita

Fonti

I dati sul numero annuale di animali sono stati ricavati dalle seguenti fonti in base ai dati più recenti pubblicati: Scrofe – Eurostat 2019; Galline ovaiole – EU COM CIRCABC 2019; Conigli – European Commission (DG Santé) 2016; Anatre e oche - ITAVI 2019 and SSP, Eurofoiegras 2019; Quaglie – Statistiche dell'industria e del governo nazionale. Laddove i dati pubblicati non sono stati resi disponibili, le stime del numero di animali in gabbia sono state calcolate utilizzando stime e dati generici provenienti da diverse fonti attendibili.

Il numero totale di animali in gabbia si basa su questi dati, esclusi i vitelli e quaglie perché non esistono dati affidabili per tutti gli Stati membri.

Informazioni sulla legislazione nazionale

  • Report End The Cage Age
  • Per le quaglie - Quaglie - Statistiche dell'industria e del governo nazionale
  • Per i vitelli
    Fonti per % nel sistema Marcé, C., Guatteo, R., Bareille, N. e Fourichon, C., 2010. Sistemi di stabulazione per vitelli da latte in Europa e rischio di malattie infettive dei vitelli. Animale, 4 (9), pagg. 1588-1596. salvo dove diversamente indicato
    • Fonti Repubblica Ceca %  Staněk, S., Zink, V., Doležal, O. e Štolc, L., 2014. Indagine sulle pratiche di allevamento del vitello da latte pre-svezzamento nelle mandrie da latte ceche. Journal of Dairy Science, 97 (6), pagg. 3973-3981
    • Fonti per la Bulgaria - ONG nazionali
    • Fonti per la Polonia - Investigazione Compassion in World Farming

Ultimo aggiornamento - Ottobre 2020

Globe

Stai utilizzando un browser obsoleto che non supportiamo. Ti preghiamo di aggiornare il tuo browser per migliorare la tua esperienza e la tua sicurezza.  

Se dovessi avere ulteriori domande a riguardo, o qualsiasi altro problema, ti preghiamo di contattarci a info@ciwfonlus.it. Cerchiamo di rispondere a tutte le richieste entro due giorni. Tuttavia, a causa dei volumi di richieste che riceviamo, a volte potremmo metterci più tempo, ti preghiamo in quel caso di scusarci. In alternativa, se la tua richiesta è urgente, puoi contattare il nostro team di supporto al: +39 051 2960818  (le linee sono disponibili dalle 9:00 alle 17:00, dal Lunedi al Venerdì).